La degenerazione maculare senile

Negli ultimi anni l'aspettativa di vita media della popolazione europea è aumentata anche grazie all'avanguardia delle cure mediche, permettendoci di vivere fino ad oltre 90 anni, ma non senza conseguenze! Le cellule che compongono la retina (vere e proprie cellule nervose) invecchiano assieme al resto del corpo e uno scompenso tra gli equilibri retinici può portare alla comparsa della degenerazione maculare senile. Come suggerisce il nome compare solitamente dopo i 65-70 anni con un iniziale e a volte progressivo calo della vista da vicino. La degenerazione maculare sneilre non porta alla cecità completa, ma, nelle fasi più evolute, comporta una ridotta capacita di lettura e scrittura a causa di scotomi (macchie nere) come nella foto sopra. Per ovviare allo scotoma e riprendere a leggere si possono utilizzare ausili...

Leggi tutto

Una bella novità!

Finalmente lo studio si arricchisce di tanti nuovi giochi adatti anche ai più piccini; un bel tappettone e tanti cuscini per la costruzione del nuovo angolo morbido! Durante la stimolazione visiva di bambini con disabilità non soltanto visive è fondamentale creare un'ambiente favorevole che riduca al minimo li stimoli non visivi e che gli consenta di essere a proprio agio per rendere quanto più efficace possibile la risposta agli stimoli visivi proposti.

Leggi tutto

Il riflesso rosso

Avete mai osservato gli occhi rossi di una foto?! Vi siete mai chiesti perché?! Il rosso che compare in alcune foto non è altro che il riflesso di una retina in salute, che è, appunto, di colore rosso. Quando è presente leucocoria (riflesso bianco, come quello nella foto, talvolta anche visibile ad occhio nudo e senza effettuare foto) è necessario effettuare immediatamente un controllo per escludere la presenza di patologie che impediscano il corretto sviluppo nella vista, soprattutto nei neonati e lattanti. Il retinoblastoma è una delle cause di leucocoria nei piccoli pazienti, ma non l'unica: cataratta congenita, ma anche un difetto di vista piuttosto elevato o patologie della cornea. L'ortottista con uno strumento molto semplice che non richiede il contatto col bambino è in grado di osservare...

Leggi tutto